Sabato 29 Aprile 2017 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > saggi assaggi

L'imperdibile monovarietale Grignano di Salvagno

Nell'entroterra veneto, a Verona, nelle campagne di Nesente Valpantena, la storica famiglia di oleari ha come fiore all'occhiello un extra vergine di cui vi sono poche bottiglie in circolazione, giacché si tratta di una varietà di olive circoscritta a un territorio limitato. Si tratta di una esperienzasensoriale unica, da sperimentare

Luigi Caricato

L'imperdibile monovarietale Grignano di Salvagno

Quando era il tempo in cui non si conosceva nulla dell'olio ricavato dalle olive, tutti gli oli erano considerati uguali. Non c'era alcuna differenza. Almeno, non si distingueva nessun elemento distintivo. Il consumatore non informato e ignaro non era ancora al corrente del grande rilancio degli oli.

Tanto tempo è trascorso da quando Poi, con lo scorrere degli anni, dopo tanta dedizione nel trovare i modo di comunicare l bontà dell'olio, pian piano i consumatori hanno accolto l'invito dei produttori a degustare con attenzione gli oli, ad annusarli, poi addirittura a introdurli in bocca, ma on insieme al cibo, ma da soli, e con grande sorpresa del consumatore ignaro perfino nel bicchiere, degustato in purezza, da solo. L'olio monade, apprezzato al di là del cibo. E così pian piano si affacciano quegli oli insoliti, i più insuale. pente per esempio agli oli tratti dalla molitura della cultivar Grignano. Chi l'avrebbe detto che oggi possiamo apprezzarli tal quali, per quello che sono, in purezza. Grignano puro.

La cultivar Grignano, altrimenti conosciuta con il nome di Grignan, è riconducile alla varietà Gargnà, e ha una produzione buona e costante, albero di bassa vigorìa, con portamento semipendulo e chioma raccolta e rada, dall'oliva grande e di forma ovoidale, dalle resa estrattiva in olio non particolarmente elevata, ma, particolare importante, con un elevato contenuto in acido oleico.

 

IL SAGGIO ASSAGGIO

Giallo oro e limpido, dalle sfumature verdoline, ha profumi medio leggeri vegetali, con richiami netti all'oliva, con sentori vegetali e di erbe officinali. Al gusto è delicato e morbido, con note di carciofo ed erbe di campo. L’amaro e il piccante sono contenuti e in buon equilibrio. Al palato è di ottima fluidità e armonia. In chiusura una lieve punta di piccante e la mandorla.

L'azienda di Giovanni Salvagno reca la dicitura di "Frantoio per olive", ed è ubicata a Nesente Valpantena, nel cuore verde di Verona, in Veneto.

Ho scritto della scoperta di oli poco conosciuti, qual è il Grignano, proprio perché limitati a un territorio circoscritto. Questi oli sono infatti da scoprire in quanto vanno individuate le peculiarità sensoriali, ma posso anche garantirvi che in abbinamento al cibo, sono davvero imperdibili. Provare per credere. 

Io ho avuto modo di provarlo con le seguenti proposte:

 – Foglia di roast beef con salsa verde

– Formaggio stagionato Malga con crema di pomodori

– Polentina calda con la “soppressa del Gianni” e le sue olive snocciolate

– Bruschettina con polpa di olive nere e ricotta profumata alla maggiorana

Nel frattempo, a Verona, nell'ambito del Vinitaly 2017, nell'area C, si avrà l'occasione di apprezzare tutte le referenze dei Salvagno, anche i blend e l'olio da agricoltura biologica.

 

Luigi Caricato - 04-04-2017 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
RICETTE OLIOCENTRICHE
Zuppa di cipolla… egiziana ligure

Zuppa di cipolla… egiziana ligure

Ormai è una tappa fissa. Questo bulbo sta diventando un must. Basta poco per gioire dei sapori semplici. Sono sufficienti gli ingredienti essenziali, facili da reperire > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Il sepolcro vuoto

Il sepolcro vuoto

Maria di Magdala. Gli evangelisti ne parlano come una delle donne che accompagnavano e assistevano Gesù e che furono presenti nei momenti drammatici della sua passione e morte. Di lei in particolare si precisa, per ben due volte, che era stata liberata da sette demoni > Sante Ambrosi

GIRO WEB
I racconti di Chiara Coricelli rendono più moderna la comunicazione sull’olio

I racconti di Chiara Coricelli rendono più moderna la comunicazione sull’olio

Ha riscontrato un grande successo la webserie di cui è testimonial, in veste di mamma, moglie e imprenditrice, la stessa titolare della nota azienda olearia umbra. Se vogliamo collocarla sulla quantità di visualizzazioni, ne ha ottenute oltre 100 mila, ma anche sul fronte dell’efficacia qualitativa spicca per originalità e inventiva > Maria Carla Squeo

OO VIDEO

In grazia di Dio, la vita al tempo della crisi

Un momento dell'incontro con il regista Edoardo Winspeare, nell'ambito di Olio Officina Festival 2014, dove aveva presentato il suo ultimo film, con il quale ha partecipato, per l'Italia, al festival di Berlino. In questa pellicola, il regista racconta di una famiglia costretta dalla crisi a chiudere l'azienda e a trasferirsi in campagna. Nonostante le difficoltà e le asprezze della vita nei campi, i protagonisti ritrovano le serenità e il senso della vita comunitaria (Prima parte)

BIBLIOTECA OLEARIA
Tre autori per un libro. Protagonista l’olio extra vergine di oliva

Tre autori per un libro. Protagonista l’olio extra vergine di oliva

Sono Marco Larentis, Simona De Nicola e Stefano Bonamico, a firmare un libro illustrato per le edizioni Hoepli. Diventato un prodotto "cult della moderna interpretazione della alimentazione consapevole”, il succo di olive è ormai al centro dell’attenzione generale > Luigi Caricato