AUTORI

Nicola Dal Falco

Nicola Dal Falco

Nato a Roma nel 1957, vive a Lucca. A lungo ha scritto di viaggi, tra l’Europa dell’Est e il Sahara. Ha pubblicato versi e racconti in Edizioni d’arte e un suo saggio sulle Sirene compare nella collana Indoasiatica, edita da Venetian Academy of Indian Studies. Tiene sul web una rubrica, intitolata Lettere a mano. Ha pubblicato "Il cavaliere verde" per le Edizioni Il Trasciatti e, dal 2006 al 2009, ha organizzato a Lucca la rassegna "piombi e rami", dedicata ai piccoli editori d’arte. Alcuni suoi disegni accompagnano il romanzo "Appunti per una resurrezione" di Luca Signorini, primo violoncello del Teatro San Carlo, edito da Aracne. Diversi testi e poesie sono apparsi in cataloghi di mostre. Con la germanista Ulrike Kindl si è occupato della rilettura e riscrittura dei miti ladini delle Dolomiti. Sue plaquette ed altre edizioni sono conservate alla British Library, alla Fondazione Ragghianti (Lucca) alla Biblioteca del Mart (Rovereto) alla Biblioteca di Palazzo Sormani (Milano), alla Biblioteca Panizzi (Reggio Emilia). Collabora e partecipa agli incontri culturali di Olio Officina Festival, ideato da Luigi Caricato, per cui ha curato le mostre di incisioni.

Nato a Roma nel 1957, ha due figlie e, dopo numerosi traslochi, vive a Lucca. A lungo è riuscito a vivere scrivendo di viaggi, tra l’Europa dell’est e il Sahara. Da giovane, ha fatto il commesso di libreria, il buttafuori, l’ufficiale, il giornalista. Molti di quelli che considera amici gli hanno pubblicato versi e racconti in Edizioni d’arte. Tra questi Alberto Casiraghy, Fabrizio Mugnaini, Luciano Ragozzino, Roberto Dossi, Joseph Weiss, Lucio Passerini, Giordano Perelli, Alessandro Zanella, Simonetta Melani, Dario Barsottelli, Paolo Tesi, CappaZeta. Ha anche collaborato in più occasioni con il fotografo Claudio Gaiaschi, con cui ha pubblicato il viaggio fotografico L’Altrove. Un suo saggio sulle Sirene compare nella collana Indoasiatica, edita dalla Venetian Academy of Indian Studies. Scrive regolarmente per alcuni siti, tra cui quello dedicato ad Elèmire Zolla, Olio Officina Magazine, L’isolaweb, Bartolomeo di Monaco, Trasciatti. Una sua silloge è stata pubblicata nella rivista di poesie "Tratti" e sta lavorando alla seconda raccolta di racconti. La prima, intitolata Il cavaliere verde, è uscita per le Edizioni Il Trasciatti. Dal 2006 al 2009, ha organizzato in collaborazione con la Libreria Baroni di Lucca la rassegna piombi e rami, dedicata ai piccoli editori d’arte. Alcuni suoi disegni accompagnano il romanzo Appunti per una resurrezione di Luca Signorini, edito da Aracne. Diversi testi e poesie sono apparsi in cataloghi di mostre (Acqueforti di Giancarlo Vitali, Baci da..., Deserto Midbar, Il Perdono, Tratti, L’enigma dei santi neri e altre storie di Romano Masoni, Il fuoco, l’ombra e la morte). Ha partecipato a pubbliche letture di poesie alla Palazzina Liberty di Milano e alla Galleria della Biblioteca Angelica di Roma.
Insieme ad Ulrike Kindl, germanista all’Università di Ca’Foscari si sta occupando della rilettura e riscrittura di alcuni miti ladini. Sue plaquette ed altre edizioni sono conservate alla British Library, alla Fondazione Ragghianti e alla Biblioteca del Mart.

Gli articoli di Nicola Dal Falco

Coltivare è come fotografare

Gavino Lo Giudice è capace di sciorinare un intero rosario di esistenze, tutte diverse e nessuna fuori luogo. Il mestiere di fotografo lo porta al nomadismo. Poi arriva Castelvetrano. La terra è un tavolo da ping pong. L’uliveto è nell'area Dop Valle del Belice

Nicola Dal Falco


Notte… notte

Le coperte del letto sono perfettamente tirate, a piombo, e il guanciale ancora gonfio, inviolato, promette ristoro. Un breve racconto, anzi brevissimo, per chiudere il 2014. Con una ilustrazione di Luciano Ragozzino

Nicola Dal Falco


Eros nel chiostro

L’incontro tra il mondo agricolo dell’olio e l’arte dell’incisione. Siate pronti, tornano le grandi xilografie al Palazzo delle Stelline. Quindici artisti per Olio Officina Food festival. L’appuntamento a Milano, dal 22 al 24 gennaio 2015

Nicola Dal Falco


L’ostrica al bicchiere

Un cappuccino di funghi, un piatto da toccare e da metterci le mani. Un paradosso perfetto, per certi versi. L’esatta dizione del piatto è: zuppa di funghi, ostrica sul fondo, schiuma di latte, olio sale e polvere di caffè

Nicola Dal Falco


Arrivederci settembre

Lo scorrere inesorabile dei mesi ci fa sentire la nostalgia del mese appena trascorso, tanto più che settembre riesce a evocare sempre immagini potenti e suggestive. Due testi lirici inediti

Nicola Dal Falco


L’etichetta premia

Un vino diverso. Il colore è rosso vivo, brillante, il profumo gioca su una gran varietà di note floreali e fruttate. Un vino così si merita il nome Jazz, anche per il mondo musicale che evoca. Un mondo antico di fatica che ricorreva al canto o alla recitazione per addolcire lo sforzo

Nicola Dal Falco


Tre signori e un cannocchiale

Racconto. In cima alla salita o all’inizio della discesa nel bosco, comunque lo si guardi appare un foro che attraversa il tronco di un ulivo, né vecchio né giovane, privo di cure, sempre sul punto di rendere l’anima

Nicola Dal Falco


Patchwork, opere di stoffa e libertà a Pomarance

Alle Scuderie di Palazzo Bicocchi, dal 13 al 20 agosto 2014

Nicola Dal Falco


E il futuro, signor Marchesi?

Non finisce di stupirci. Ora è la volta della sua “Accademia”. Non sarà solo luogo di formazione culturale e artistica dei cuochi, aiutandoli nel passaggio dalla creatività al talento. Si occuperà anche dei più giovani. E, a proposito di grassi: “In una cucina moderna e responsabile – sostiene - serve a cucinare non a condire

Nicola Dal Falco


La cicala

Si procedeva con il cane e il suo rustico e allampanato padrone. In un vecchio uliveto, vinto dal bosco. Con sprazzi d’ombra fitta. Vent’anni prima lavorava ancora per la Forestale. Fu solo dopo essersi fermato sotto un olmo e aver prestato orecchio alle cicale che gli venne in mente di raccontare

Nicola Dal Falco


L’ulivo è cosa seria

Non solo: è investito anche da un’aurea di sacralità. Per Ivana Artocchi sporcarsi le mani con la terra appartiene a un culto antico attraverso cui annullare di colpo il fardello del tempo. A Patti, la varietà più diffusa è il verdello, tipica della fascia tirrenica messinese

Nicola Dal Falco


L’Armadio delle Essenze

Il suo tesoro, preziosissimo, sta tutto nei due unici scaffali: lo scaffale degli oli essenziali e lo scaffale della acque aromatiche. Le mani che coltivano lo riempiono solo con il frutto della terra migliore

Nicola Dal Falco


Tre cose, tre

Ciccio Sultano dixit: "Il sale, alimento primo, è simbolo di purezza, l’olio per trasportare i sapori e il formaggio ragusano, perché non riesco a pensare a qualcos’altro".  Il prezzo? "E' dato dal costo, ma il costo è dato dall’uomo, dalle sue capacità. Questione d’onore"

Nicola Dal Falco


Cosa significa avere talento

"Non sono un cuoco, ma cucino per gli altri". Filippo La Mantia visto con gli occhi di chi guarda oltre la fama del personaggio. “Non mi piace giudicare gli altri dalla strada che imboccano, stabilendo chi può e chi non può”, ci confida. “Il talento – prosegue – è qualcosa di superiore rispetto alla capacità o alla passione”. Il proprio ruolo? Corrisponde a un progetto

Nicola Dal Falco


Il Codice Marchesi

La forma è materia. Secondo il grande maestro della cucina italiana, basta un’occhiata per sapere se un piatto è buono cioè vero, equilibrato negli ingredienti ed eseguito alla perfezione

Nicola Dal Falco


Infatata, la Malvasia si fa secca

Antonino Caravaglio ha pensato un vino nuovo, un bianco di forte personalità, legato alla terra da cui nasce e che non nasconde la sua origine, ma la interpreta in modo inedito

Nicola Dal Falco


Lo zero viene prima dell’uno

Èvviva, dolci e cucina a scarto zero. In viaggio, insieme con Carla Latini, alla scoperta di un progetto e di un locale di Andrea Muccioli e Franco Aliberti in cui si ridimensiona il troppo

Nicola Dal Falco


Questo vino è come il jazz

Nato a Vittoria, in Sicilia, e pensato da Paolo Calì con l’aiuto dell’enologo Emiliano Falsini. Sarà presentato al Vinitaly

Nicola Dal Falco


Quando l’olio è Barbuto

Jean Paul Mifsud, maltese, giornalista televisivo, inviato speciale è olivicoltore in Sicilia. La sua azienda ha una faccia per emblema, la sua, con tanto di barba e cappello. A Olio Officina Food Festival 2014 ha vinto il primo premio nel concorso di packaging "Le Forme dell’olio"

Nicola Dal Falco


Il giardino dei pomi

Non solo olivi. La capacità affabulatoria coinvolge altri alberi. Una collezione di alberi da frutto, provenienti per lo più da zone collinari e montane, dimostra che la biodiversità in campo agricolo derivava dall’istinto di sopravvivenza e ne era la teoria e la pratica

Nicola Dal Falco


La cucina affabulante

Tutto parte da Il corvo di pietra, libro di Marco Steiner, con una nuova avventura di Corto Maltese. Alchimia e cucina si trovano riunite nel personaggio di Chiaromonte, erede di una nobile schiatta isolana che avrebbe potuto riscattare la Sicilia dal gioco straniero. Dietro, la storia culinaria di un cuoco reale: Ciccio Sultano

Nicola Dal Falco


Sono i pensieri a muoversi

Condimenti per il palato & per la mente. Uno sguardo sul festival, a posteriori. Pensare ha il vantaggio di aprire nuove strade

Nicola Dal Falco


L’etichetta racconta

Vestire l’olio extra vergine di oliva di una storia è una grande una scommessa. In Umbria l’esperienza di Giuseppe Gallo, pittore e scultore, si mescola con quella dell’agronomo e paesaggista Maria Cristina Leonardi. “La materia prima di cui ci occupiamo - dicono - è la natura”

Nicola Dal Falco


L’olio per il corpo

Ugentum di Selinunte, l’altro volto degli oli da olive. Una linea di oli per il corpo e per il massaggio, per espressa volontà di Gianfranco Tuoro, che a partire dalla Nocellara del Belice ha deciso di ampliare la percezione del proprio prodotto

Nicola Dal Falco


Acque che massaggiano, acque da bere

Nessuno trascuri il valore delle acque. All’elemento liquido sono associati i sogni, i ricordi, i soprassalti del cuore e in genere l’intuizione

Nicola Dal Falco


In serena sapienza

I versi di Nicola Dal Falco per augurare un felice ingresso nel 2014 alle nostre lettrici e ai nostri lettori

Nicola Dal Falco


La vigna lavorata senza macchine

In Sicilia, l’esempio di Paolo Calì. I gesti che vi si compiono, pur conservando la regolarità e l’imprevedibilità delle azioni umane, richiedono una tenacia pari allo sforzo d’immaginazione in grado di sostenerla

Nicola Dal Falco


Scrigno di fuoco e di mare

Antonino Caravaglio, produttore di un vino che definisce “nudo”. Una Malvasia, la quintessenza della geografia umana delle Eolie

Nicola Dal Falco


Bubalus bubalis

Le grandi, nere, ancestrali bufale d'acqua portate in Italia dai Saraceni. Con la differenza eroica tra partire e viaggiare, tra la stupida ansia e il buon pretesto

Nicola Dal Falco


Iscriviti alle
newsletter